• via Cantore 19, Cinisello Balsamo (MI), 20092
  • +39 026175658
  • comunicazione@cumse.it

10000

NEEDED DONATION
PHASES
15%

1500

COLLECTED DONATION
In

Arbre de Vie

Il progetto “Arbre de vie” nasce con l’obiettivo di fornire un sostegno alla piccola attività imprenditoriale femminile. Obiettivo: coltivazione, allevamento tradizionale, trasformazione e commercializzazione di prodotti agropastorali nel villaggio di Mayami, regione del Nord del Camerun, a pochi kilometri dalla città di Garoua. Il programma fornisce risposte concrete alla necessità di diffondere una cultura dell’alimentazione sana, bilanciata e completa per le popolazioni dei villaggi attraverso l’utilizzo di prodotti locali.


Contesto del progetto

La regione del Nord Cameroun è caratterizzata da un livello di povertà diffuso: se il PIL pro-capite medio del Paese è inferiore ai 4 euro al giorno, nella regione del Nord questo non arriva a 2 euro. Sono quindi frequenti situazioni di sotto-nutrizione in special modo nei bambini fino ai 5 anni di età. Assecondando  studi condotti dalle agenzie internazionali (OMS, FAO, UNICEF), ci si è resi conto dell’importanza di integrare l’alimentazione con l’apporto di prodotti locali ricchi e completi: tra questi risulta di facile coltivazione la pianta della Moringa (oleifera, originaria dell’India orientale, è variamente diffusa e coltivata in tutta la fascia tropicale del pianeta). Le sue foglie sono usate come cibo umano e sono molto ricche di proteine, vitamine e sali minerali.

Beneficiari

Beneficiarie dirette del progetto sono le 32 donne appartenenti alla Cooperativa agricola (GIC), le loro famiglie e in particolare i loro figli, per un totale di circa 100 persone. Beneficiari indiretti del progetto sono tutti gli abitanti di Maiami, circa 1.000 persone, che non solo avranno la possibilità di partecipare ad alcune sessioni di formazione e sensibilizzazione alimentare e sanitaria, ma anche di acquistare a prezzi ridotti i prodotti agricoli prodotti, di stoccare i loro raccolti nel magazzino del progetto e di approfittare delle eventuali opere sociali per il villaggio (piccolo dispensario, assunzione di nuovi maestri per la scuola, ecc…) realizzate nel futuro con i guadagni dei raccolti e dell’allevamento.

Obiettivi

Le azioni avviate si propongono di fornire alle popolazioni dei villaggi (in prevalenza donne, madri di famiglia):

  • una  formazione  integrata  per  la  coltivazione della moringa e l’allevamento di polli
    per la trasformazione dei prodotti e per la loro commercializzazione;
  • una sensibilizzazione ai temi dell’educazione alimentare, sanitaria e all’igiene.
  • un sostegno all’avvio della coltivazione di moringa, dell’allevamento e alla trasformazione dei prodotti agropastorali;
  • una guida all’avvio della commercializzazione dei prodotti;
  • un aiuto alla creazione di piccole attività private (condotte da donne) e alla costituzione di un consorzio locale.

Partner

La principale finanziatrice del Progetto “Arbre de vie” è la Fondazione AUPREMA di Cinisello Balsamo (MI). Il progetto è sviluppato grazie anche al partenariato tra:

  • Villaggio di Mayami – Garoua, Camerun
  • Associazione CUMSE Camerun

Oltre alla partecipazione di personale italiano che interverrà a titolo volontario, vi saranno numerosi professionisti camerunesi e italiani che presteranno la loro opera per il buon funzionamento del progetto e per la sua sostenibilità futura.

Azioni

  1. sessioni di sensibilizzazione all’educazione sanitaria, alimentare e all’igiene.
  2. formazione agropastorale  alle  popolazioni  del villaggio  (in  prevalenza  donne,  madri  di famiglia);
  3. formazione alla coltivazione, trasformazione e commercializzazione della moringa
  4. coltivazione di un ettaro di moringa
  5. coltivazione di 4 ettari di mais per la futura alimentazione dei polli dell’allevamento
  6. micro credito ai membri della GIC per la coltivazione dei campi familiari e di un campo comunitario di 5 ettari.
  7. costruzione di un piccolo ufficio per l’accoglienza dei partecipanti al progetto e la custodia dei documenti
  8. costruzione di un magazzino di stoccaggio per il mais
  9. formazione in ambito di allevamento avicolo
  10. avvio dell’allevamento avicolo.

Risultati ottenuti

Il progetto avrà una durata di 24 mesi a partire da gennaio 2013

E adesso?